Wikipedia definisce così i dns:

Domain Name System (spesso indicato con DNS) è un sistema utilizzato per la risoluzione di nomi di host in indirizzi IP e viceversa. Il servizio è realizzato tramite un database distribuito, costituito dai server DNS.

In spiccioli un dns non è altro che l’elenco telefonico della rete.. digitiamo nella barra degli indirizzi il sito che vogliamo raggiungere (l’equivalente dell’utenza telefonica) ed i dns recuperano l’indirizzo ip (l’equivalente del numero di telefono) necessario per l’instradamento a livello rete.

I dns vengono – di norma – automaticamente assegnati dall’isp, ma può tornare utile conoscerne alcuni affidabili per le emergenze o come scelta alternativa.

Google Public DNS

  • 8.8.8.8
  • 8.8.4.4

OpenDNS

  • 208.67.222.222
  • 208.67.220.220

Ok, lo so che molti di voi lo stanno pensando, ma non mi sto drogando, non più almeno: quello che leggerete ha un senso, vago ma ha un senso.. 😀

Attirato nella home di google.it da questa immagine:

Immaginavo trattarsi di una ricorrenza di quelli che mi sembravano leccalecca alla moda o bomboloni per androidi

Read More

Come non poter spendere due parole nella pausa caffè per questo prodotto in pieno stile web 2.0 con un puntino di art attack. In pratica quelli di box.net, giustamente – come spiegano nell’apposito post di introduzione a googolopoly – essendo interessati a tutto quello che fa eco nella rete si sono tastati le meningi e giunti alla conclusione che la cosa poteva funzionare.

Read More

Google ed i viaggi su marte 😐

viaggio martefinisce che a furia di “al lupo, al lupo” qualche volta di queste ci facciamo scappare il vero scoop di google. Intanto dopo la gmail con consegna a mano dell’anno passato, quest’anno si punta in alto.. molto più in alto: virgle e la missione su marte. In pratica con tanto di sito come al solito per “farti cascare” e tutti i fronzoli del caso, Google si è inventato una missione per popolare Marte in collaborazione con Virgin. Ovviamente non mancava la sezione per partecipare al progetto.

Read More

In principio c’era il Classicismo, lo stile Gotico, il periodo Romantico. Se nell’era moderna abbiamo avuto la pop art – che solo come nota non è l’arte di fare i pop corn – che prevedeva nelle tecniche i collage e anche i video. Allora perchè mai Google con i suoi loghi non dovrebbe dare il via alla GoogleArt?

Ecco allora la vostra occasione:  doodle 4, ovvero la competizione per le scuole per guadagnare una borsa di studi del valore di 10’000 bigliettoni verdi e vedersi – soprattutto aggiungo io – il proprio logotipo direttamente in homeGOOGLEpage 😀

Beh che dire, sia io, sia soprattutto quel mago di  Danilo abbiamo superato i limiti per l’iscrizione, la palla sta voi o qualche vostro nipotino talentuoso.

Vi lascio la gallery dei logotipi attuali di google.